Politica sociale

Per l’Unione svizzera degli imprenditori, le assicurazioni sociali sono un pilastro essenziale della pace sociale e della prosperità del nostro paese. A questo scopo, mantenere il tasso d’attività più elevato possibile è dunque primordiale – e parallelamente indispensabile al finanziamento della sicurezza sociale. Le assicurazioni sociali devono inoltre contribuire al buon funzionamento del mercato del lavoro e creare le condizioni per poter rendere interessante l’attività professionale. Affinché il sistema sociale svizzero possa continuare a svolgere anche in futuro il ruolo essenziale che lo contraddistingue nella società, deve potersi adattare il più possibile alle realtà demografiche.

Più recenti Politica sociale

Un passo importante per stabilizzare l’AVS

9 Giugno 2022 News

La longevità dell’essere umano aumenta come pure il numero delle persone che andranno in pensione nei prossimi anni. Se non vogliamo ritrovarci con un’AVS priva di fondi, occorre adattare il nostro sistema di previdenza alla nuova situazione. È dunque giunto il momento di agire per garantire l’equilibrio finanziario dell’AVS. Questa stabilizzazione è l’obiettivo della riforma AVS 21, poiché solo un sistema sociale con strutture che riflettono le realtà demografiche potrà garantire e mantenere il livello delle rendite. Continuare a leggere

Una generazione perdente in materia di LPP?

31 Maggio 2022 Opinioni

Da qualche tempo, si sente sempre più spesso questo tipo di affermazione in relazione alla previdenza vecchiaia: nel secondo pilastro, la generazione dei «baby-boomer» diventa la generazione dei «loser». Formalmente, un anglicismo un po’ denigratorio viene sostituito da un altro, ma dietro c'è molto di più in termini di contenuto. Un motivo sufficiente per dare un'occhiata più da vicino. Continuare a leggere

Previdenza vecchiaia

Un passo importante per stabilizzare l’AVS

9 Giugno 2022 News

La longevità dell’essere umano aumenta come pure il numero delle persone che andranno in pensione nei prossimi anni. Se non vogliamo ritrovarci con un’AVS priva di fondi, occorre adattare il nostro sistema di previdenza alla nuova situazione. È dunque giunto il momento di agire per garantire l’equilibrio finanziario dell’AVS. Questa stabilizzazione è l’obiettivo della riforma AVS 21, poiché solo un sistema sociale con strutture che riflettono le realtà demografiche potrà garantire e mantenere il livello delle rendite. Continuare a leggere

Assicurazione invalidità

«AI, la collaborazione premia tutti»

16 Gennaio 2019 Rassegna stampa

Uno dei temi più delicati riguardo al mercato del lavoro è quello della reintegrazione professionale. Sotto l’egida dell’Unione svizzera degli imprenditori, l’associazione Compasso che compie tra poco dieci candeline, si dedica all’interazione tra imprese, persone interessate, AI, SUVA, assicurazioni e casse pensioni. In febbraio Compasso sarà per la prima volta in Ticino. Abbiamo colto l’occasione per intervistare il presidente Martin Kaiser. Continuare a leggere

Prestazioni complementari

Due passi avanti, uno indietro

22 Marzo 2019 News

La riforma delle prestazioni complementari (PC) ha superato l’ultimo scoglio parlamentare nella votazione finale dei due Consigli. Essa fa indubbiamente progredire il regime delle PC su alcuni punti importanti. Tuttavia, fa un deplorevole passo indietro per quanto concerne le spese di pigione. Essa fallisce dunque chiaramente i suoi obiettivi iniziali. Continuare a leggere

Cantoni e datori di lavoro allineati in materia di PC

4 Aprile 2018 News

L’attuale dibattito sulla riforma delle prestazioni complementari ruota attorno ad alcune misure selettive che dovrebbero rallentare la progressione delle spese delle PC. Ma, secondo il parere dei datori di lavoro, i cantoni prevedono a loro volta delle misure strutturali di fondo, quali la dissociazione dei compiti con la Confederazione. Per il sistema delle PC, che risale a parecchio tempo fa, è il solo mezzo per superare la sfida dell’invecchiamento demografico. Continuare a leggere

Assistenza sociale

I cantoni rafforzano l’assistenza sociale orientata ad un ritorno all’attività lavorativa

22 Settembre 2015 News

I direttori cantonali degli affari sociali intendono ridurre il minimo vitale dell’assistenza sociale per le famiglie numerose e diminuire le prestazioni di sostegno per i giovani. Anche le possibilità di multe sono state inasprite. I cantoni si dichiarano dunque chiaramente a favore di un’assistenza sociale orientata verso il ritorno all’attività lavorativa. Questo approccio è corretto. Continuare a leggere

Assicurazione malattia/infortuni

Indennità perdita di guadagno

Le misure a favore delle persone che prestano assistenza pesano unilateralmente sul fattore lavoro

17 Ottobre 2018 Procedure di consultazione

Nell’ambito della relativa procedura di consultazione, le misure complementari proposte dal Consiglio federale per conciliare meglio l’attività professionale con la famiglia sono respinte dagli imprenditori. Esse toccherebbero in modo uniforme tutte le imprese ponendo a numerose di esse enormi problemi organizzativi e finanziari. Gli imprenditori forniscono il loro contributo sotto forma di soluzioni individuali, spesso accompagnate da generose prestazioni volontarie. Continuare a leggere

Assegni familiari