Comunicati stampa

Rifugiati dall’Ucraina: le imprese chiedono più certezza di pianificazione

18 Agosto 2022 Comunicati stampa

Uno studio commissionato dall’Unione svizzera degli imprenditori (USI) mostra che un’impresa su dieci in Svizzera ha già assunto rifugiati dall'Ucraina e la soddisfazione per le loro prestazioni è molto buona. Ma le aziende sono chiamate ad affrontare anche delle sfide. Esse si aspettano una maggiore certezza di pianificazione per quanto riguarda lo statuto di protezione S e un ruolo più attivo degli uffici regionali di collocamento. Continuare a leggere

Più impegno contro la carenza di manodopera qualificata

30 Giugno 2022 Comunicati stampa

In occasione della tradizionale Giornata dei datori di lavoro dell’Unione svizzera degli imprenditori (USI), l'attenzione si è concentrata sulla carenza di lavoratori qualificati in Svizzera e nel resto dell’Europa. La richiesta dei datori di lavoro di misure efficaci e di azioni rapide è stata concretizzata attraverso il punto di vista dei vari settori. Continuare a leggere

Riformare quanto necessario ed evitare esperimenti

25 Maggio 2022 Comunicati stampa

Il 25 settembre le cittadine e i cittadini svizzeri si esprimeranno su tre pilastri centrali per la nostra stabilità in un momento di crescente incertezza: il mantenimento dell’AVS e di rendite pensionistiche certe, il ritorno in Svizzera di importanti entrate fiscali e la garanzia di un approvvigionamento alimentare sicuro. Nello specifico si tratta della riforma AVS21, della riforma sull’imposta preventiva e dell’iniziativa sull’allevamento intensivo. Un’ampia alleanza composta da rappresentati dell’economia si impegna a favore delle riforme sull’AVS21 e dell’imposta preventiva. Rifiuta le nuove disposizioni per l’agricoltura che non farebbero altro che aumentare la dipendenza dall’estero. Continuare a leggere

Si ad AVS21! Un’ampia alleanza verso un futuro sicuro e sostenibile per tutte e tutti

25 Marzo 2022 Comunicati stampa

La posta in gioco nell’autunno 2022 sarà di quelle importanti. La Svizzera voterà infatti sul futuro della previdenza vecchiaia. I partiti di sinistra e i sindacati hanno lanciato un referendum contro la riforma AVS21. In questo modo, mettono in pericolo la più importante istituzione sociale della Svizzera per le generazioni future. Un’ampia alleanza, composta da rappresentanti di diversi partiti politici e diverse associazioni economiche, si oppone a questo referendum e si impegna per la salvaguardia della nostra previdenza vecchiaia. Continuare a leggere