Contingenti

L’economia ha bisogno di più specialisti provenienti da Stati terzi

Tutto lascia trasparire che i contingenti di lavoratori extra-europei altamente qualificati non siano sufficienti sino alla fine dell’anno e che si verificheranno, come l’anno scorso, dei ritardi nell’esame dei permessi. Considerati i probabili bisogni delle imprese per il 2019, occorre dunque portare ad almeno 8500 unità il contingente per i cittadini di paesi terzi. Questo aumento sarebbe positivo anche per i lavoratori svizzeri e non rimetterebbe in discussione la preferenza indigena. Continuare a leggere

È opportuno aumentare ulteriormente i contingenti di Stati terzi

I contingenti attualmente previsti per dei lavoratori provenienti da Stati terzi e per i fornitori di servizi dell’UE/AELS che soggiornano più di 120 giorni sono ancora troppo bassi, tenuto conto delle esigenze dell’economia. I datori di lavoro chiedono che siano aumentati almeno fino al livello del 2014, facendo valere che un numero sufficiente di permessi per specialisti stranieri avrebbe un impatto positivo sulla garanzia dei posti di lavoro, sull’innovazione e sulla creazione di ricchezza in Svizzera. Continuare a leggere