Più di 125 datori di lavoro svizzeri si impegnano a favore dell’apprendimento permanente

3 settembre 2019 Comunicati stampa

In occasione della terza Giornata digitale svizzera, l’Unione svizzera degli imprenditori e digitalswitzerland lanciano insieme la campagna nazionale #LifelongLearning. L’iniziativa è intesa a rafforzare ulteriormente la consapevolezza dell’importanza dell’apprendimento permanente nei lavoratori e nei datori di lavoro. Con una dichiarazione d’intenti, oltre 125 datori di lavoro si impegnano a consentire a complessivamente oltre 550’000 collaboratori l’apprendimento permanente nelle proprie organizzazioni, nonché a sostenerli in questo ambito.

Secondo il World Economic Forum, due terzi dei lavori che svolgeranno in futuro i bambini di oggi, non esistono ancora. Diversi studi dimostrano che l’apprendimento permanente acquisirà sempre maggiore importanza e svolgerà un ruolo centrale nella trasformazione digitale. «I lavoratori svizzeri svolgono mediamente meno formazione continua sulle competenze digitali rispetto a quelli di altri paesi. Tuttavia la digitalizzazione riguarda praticamente tutti i settori della vita e richiede nuove competenze. È in questo senso che si colloca l’iniziativa di digitalswitzerland» afferma Marc Walder, fondatore dell’iniziativa nazionale digitalswitzerland.

Per questo motivo digitalswitzerland, in collaborazione con l’Unione svizzera degli imprenditori (USI), lancia la campagna nazionale di sensibilizzazione  #LifelongLearning.

 

Obiettivo della campagna è sottolineare l’importanza dell’apprendimento permanente e, in particolare, accrescere la partecipazione ai corsi di formazione continua sulle competenze digitali. In questo modo, i copromotori dell’iniziativa, digitalswitzerland e USI, intendono contribuire al prospero futuro professionale della popolazione svizzera e alla competitività dell’economia nazionale. Ciò è perfettamente in linea con lo spirito del consigliere federale Guy Parmelin: «Una valida formazione rappresenta un grande vantaggio per affrontare le sfide future», sottolinea il capo del Dipartimento di economia, formazione e ricerca.

La campagna sul sito www.lifelonglearning.ch comprende oltre 100 video in cui persone provenienti da tutta la Svizzera raccontano le loro motivanti esperienze di apprendimento permanente. I video intendono incoraggiare i cittadini di tutto il Paese a investire in se stessi e nelle proprie competenze digitali.

Nell’ambito della giornata digitale gli imprenditori si impegnano per #LifelongLearning

La campagna di digitalswitzerland e dell’Unione svizzera degli imprenditori (USI) si rivolge alla popolazione e all’economia svizzera, con oltre 100 storie stimolanti provenienti da tutta la Svizzera – parecchi dei quali provenienti dai membri USI – per mostrare le opportunità di apprendimento permanente e per risvegliare la voglia di investire nell’ulteriore sviluppo delle competenze professionali.

Qui trovate il link alla campagna.

 

Ma la campagna di sensibilizzazione #LifelongLearning va oltre: con il sito www.educationdigital.ch offre una piattaforma web neutrale, in cui è possibile seguire oltre 500 corsi sulle competenze digitali proposti da vari fornitori.

I datori di lavoro investono con successo nel sistema formativo

La trasformazione digitale aggrava la già esistente carenza di personale specializzato rendendo l’apprendimento permanente essenziale anche per i datori di lavoro. I datori di lavoro svizzeri sono già oggi tra i maggiori investitori nel sistema formativo svizzero. «La formazione di base e continua, unitamente ai percorsi di riqualificazione professionale completa, intende favorire la gestione di rapidi cambiamenti o autentiche trasformazioni sul mercato del lavoro, nonché contribuire allo sviluppo personale dei lavoratori in vista dei mercati del lavoro del futuro. Per questo è importante favorire la sensibilizzazione su scala nazionale sul tema dell’apprendimento permanente», così Roland A. Müller, Direttore dell’USI, spiega l’impegno nella campagna.

Grandi ostacoli per i lavoratori poco qualificati

Nel contesto della digitalizzazione, anche il sistema formativo è interessato da cambiamenti a ritmi senza precedenti. «La Svizzera, rispetto agli altri Paesi, mostra un tasso di partecipazione alla formazione continua elevato. Tuttavia, la partecipazione delle persone prive di titoli post-obbligatori è bassa. Per loro, accedere alla formazione continua è molto più difficile che non per le persone maggiormente qualificate. È da qui che dobbiamo iniziare», ha affermato Martina Hirayama, segretaria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione.

Impegno dei datori di lavoro a favore delle competenze digitali
Un altro punto di partenza lo suggerisce il Gruppo Adecco. Lo studio da esso effettuato in collaborazione con il Boston Consulting Group mostra che, per quanto riguarda l’acquisizione delle competenze digitali, i lavoratori svizzeri sono in ritardo rispetto a quelli degli altri paesi. Solo il 19% dei lavoratori svizzeri ha dichiarato di aver acquisito competenze digitali nell’ultimo periodo, a fronte di un 39% registrato nel complesso di tutti i Paesi. «Investire in formazione continua sulle competenze digitali è altamente consigliabile», ha affermato Nicole Burth, CEO del Gruppo Adecco Svizzera. Un altro elemento importante della campagna #LifelongLearning è il seguente: in una dichiarazione congiunta di intenti, all’inizio della campagna oltre 125 datori di lavoro svizzeri, che impiegano complessivamente 550’000 dipendenti, si impegnano a sostenere la formazione continua e, in particolare, l’acquisizione delle competenze digitali.

Tutte le storie (in video e testo), l’impegno assunto dai datori di lavoro, l’offerta completa di corsi, ulteriori informazioni e offerte, nonché i numerosi partner della campagna sono presenti sul sito www.lifelonglearning.ch.

Informazioni